Clicky

Dipinti e Disegni Antichi

Dipinti e Disegni Antichi - Dipartimenti
Il Dipartimento che si occupa delle aste di dipinti e disegni antichi è strettamente collegato al Dipartimento di Antiquariato e si occupa di catalogare e valutare opere provenienti da dimore private, avvalendosi della consulenza di esperti in arte antica di fama internazionale.

I dipinti più importanti presentati da questo Dipartimento provengono dalle house-sales curate nei suoi anni di attività dalla Maison Bibelot: Villa La Capponcina, Castello di Marignolle, Villa di Maggiano, Villa Rontani, Villa Pandolfi, Casa Ciardi Dupré e più recentemente la Collezione dei disegni antichi di Villa Piatti a Firenze, ottenendo record di vendita internazionali.

Il dipartimento si occupa di selezionare accuratamente le opere d'arte - disegni e dipinti antichi, giudicandone l’autenticità e l’attribuzione, dipinti su tela o su tavola e disegni da inserire nelle aste della Maison Bibelot. Il Dipartimento organizza annualmente quattro aste di dipinti, disegni antichi e antiquariato in cui tutti gli appassionati e collezionisti hanno la possibilità di aggiudicarsi opere rare e di un'eccellente qualità, scelte e valutate attentamente dai nostri esperti.

Aste di ”Dipinti e Disegni Antichi”
La dimora del collezionista: arte antica, moderna e orientale - Lotti: 700-943
La dimora del collezionista: arte antica, moderna e orientale - Lotti: 700-943
gio 30 NOVEMBRE 2017
Arredi e dipinti antichi / Arte Moderna e Contemporanea
Arredi e dipinti antichi / Arte Moderna e Contemporanea
mar 30 MAGGIO 2017
Curiosità dalla dimora di un collezionista
Curiosità dalla dimora di un collezionista
ven 17 MARZO 2017
Arredi e dipinti antichi da un appartamento milanese
Arredi e dipinti antichi da un appartamento milanese
mar 20 SETTEMBRE 2016
Collezione di Disegni Antichi di Villa Piatti
Collezione di Disegni Antichi di Villa Piatti
sab 2 APRILE 2016
Jacopo Pasquali
Jacopo Pasquali
Consulente
Laureato in Lettere presso l’Università degli Studi di Firenze con indirizzo storico-artistico-filologico, ha conseguito nel 2001, presso la medesima Università, il titolo di dottore di ricerca (Ph.D.), discutendo una tesi sulla produzione artistica dell’antica città siriana di Ebla (III millennio a.C.), pubblicata poi come monografia nel 2005. I suoi interessi vertono soprattutto sullo studio dell’iconografia e della simbologia nell’arte, nelle letterature e nelle religioni dell’antichità. Ha al suo attivo numerosi articoli in riviste scientifiche italiane ed internazionali e, nel 2014 e 2015, ha realizzato, per un progetto dell’Ente Cassa, diretto dall’architetto S. Bracciali, la schedatura degli oggetti d’arte medievale e moderna conservati presso il Monastero benedettino di Santa Marta a Montughi. Già cultore in Assiriologia presso il Dipartimento SAGAS dell’Università di Firenze, dal 2015 risiede stabilmente in Francia, ad Avignon, dove svolge le sua attività come libero-professionista e presso l’Université Populaire.